COME SCEGLIERE LA GONNA



COME SCEGLIERE IL TIPO DI GONNA ADATTO A NOI


La gonna, di sicuro l’indumento femminile per antonomasia, può sembrare tra i capi più semplici che possano esistere. Ma la sua è una semplicità soltanto apparente, poiché esistono infatti numerosi modelli di gonna. Di diversa forma e lunghezza, oltre che delle più svariate tipologie di tessuto.


Come trovare quindi il modello di gonna maggiormente adatto a noi? Come scegliere la forma e la lunghezza che di più ci si addice? Vediamolo insieme. Partiamo dalle basi e iniziamo dalla forma della gonna. Oltre che dalla definizione del suo punto vita.

IL PUNTO VITA DELLA GONNA E LE SUE VARIE FORME PER SCEGLIERE IL MODELLO ADATTO A NOI


Quale è la differenza tra una gonna a vita alta e un’altra invece a vita bassa?

Molto facile da spiegare: il bordo della gonna a vita alta supera la circonferenza della vita. Questo tipo di gonna è perfetto su una donna dal fisico a pera, ossia con la vita molto più sottile rispetto ai fianchi.


Al contrario invece, se il bordo della gonna è di almeno 8 centimetri o più sotto il girovita la gonna è ovviamente a vita bassa. Che non può starci bene se abbiamo un addome prominente. In tutti gli altri casi parliamo di una gonna a vita normale. Leggi anche COME ABBINARE LA GONNA DI PAILLETTES





La forma della gonna, la cosiddetta silhouette, si distingue invece in 4 modelli principali:

  • A tubo (rettangolare);

  • A godet, forma a cono (triangolo);

  • A cono rovesciato (triangolo rovesciato);

  • A sirena, forma questa detta anche a campana;


GONNA A TUBO (RETTANGOLO)


Inventata da Christian Dior negli anni ’40 nasce come la parte inferiore di un completo sino a diventare un capo a se. Adatta a tutte, anche alle curvy. Che dovranno, come unico accorgimento, sceglierla completamente chiusa e fasciante. E di tonalità più scure rispetto al sopra che dovrà essere, all’opposto, molto luminoso. Quando indossiamo questo tipo di gonna ricordiamoci, tutte, che è fondamentale la scelta dell’intimo. Che dovrà essere senza cuciture.


GONNA GODET (TRIANGOLO)


Questa gonna è svasata e tende, come un cono, ad allargarsi nella parte inferire. E’ adatta a tutte noi, ma in special modo è indicato alle donne curvilinee che non vogliono evidenziare le loro forme. La dovranno scegliere quindi in un tessuto morbido e non fasciante.


GONNA A CONO ROVESCIATO (TRIANGOLO ROVESCIATO)


Avete presente un’anfora? Il modello della gonna a cono rovesciato ha praticamente la stessa forma. A mio avviso questa tipologia di capo non sta bene alle donne minute o comunque molto magre. In quanto tende a perdere la sua forma originale. Mentre trovo sia molto indicata invece sulle donne dal fisico a pera o a clessidra.


GONNA A SIRENA O A CAMPANA


Le gonne a campana evidenziano il fisico sottolineandone le forme pertanto, sono perfette su un fisico magrolino in quanto tendono ad enfatizzarlo.



LA DIVERSA LUNGHEZZA DELLE GONNE: MICRO MINI MIDI MAXI. QUALE SCEGLIERE.


Specifichiamo innanzitutto che per “lunghezza della gonna” si intende la lunghezza di questa sulla gamba. Proprio come nello schema.


  1. Micro gonna

La gonna più corta in assoluto, ad altezza inguinale. Adatta soltanto a ragazze molto molto giovani e dalle gambe e il fisico perfetti.

  1. Minigonna

Le gonne corte, le cosiddette mini, possono per me essere invece indossate anche da donne più grandi. Purché però abbiano come loro punto di forza le gambe. Ovvio che, dopo i 30 anni, sarebbe preferibile che l’orlo della gonna non superasse il ginocchio di troppi centimetri.

  1. Gonna al ginocchio

Le gonne che arrivano al ginocchio, dette anche modello Chanel se dritte e strette, sono la tipologia di gonne che stanno davvero bene a tutte. Capo immancabile nel nostro guardaroba sono perfette sia per l’estate che per l’inverno.

  1. Gonna midi

Sono le gonne oltre il ginocchio. Che possono avere una lunghezza variabile ed arrivare anche sino a metà polpaccio. Molto chic e femminili hanno però il difetto di non stare bene se non si hanno le gambe lunghe. A meno che non si abbiano polpacci e caviglie davvero molto sottili. Da abbinare a stivali alti al ginocchio o scarpe che lascino scoperto il collo del piede. Proprio per evitare di tagliare la gamba.

  1. Gonna lunga

La lunghezza delle gonne di questa tipologia può essere variabile. Al polpaccio, alla caviglia, sotto la caviglia, al tacco o a pavimento. Le ultime due sono gonne da cerimonia.




LA STRUTTURA DELLA GONNA. SCEGLIERE QUELLA GIUSTA IN BASE AL FISICO.


GONNA A PORTAFOGLIO


L’abbiamo presente tutte la gonna a portafoglio, una gonna nella quale le parti laterali si sovrappongono. Regolabile è adatta a tutte.


GONNA A TUBINO


La classica gonna rettangolare ma di forma aderente spesso anche sulle gambe e che, in quest’ultimo caso viene definita a guaina. Assolutamente da evitare se non ci sentiamo a nostro agio con un capo così aderente.


GONNA A PANNELLI


Costituita da diversi teli, che possono essere di differenti forme e dimensioni, cuciti tra loro. Sapevate che il numero di teli utilizzabili per creare una gonna del genere è sempre pari e che può addirittura superare quota 20? Ovviamente qui il discorso della vestibilità varia anche in base alla forma e alla lunghezza.


GONNA PLISSETTATA


Adatta alle donne dal fisico a pera e dai fisici a triangolo rovesciato perché tende ad enfatizzare i fianchi. Ma anche alle donne dal fisico a rettangolo poiché ne ammorbidisce le forme. Per imparare ad abbinare una gonna di questo tipo leggi anche il post GONNE LUNGHE E PLISSETTATE.


Delle gonne potremmo parlare all’infinito, addentrandoci in tanti e tali particolari che vi lascio immaginare. Le pence, le decorazioni con le pieghe e i drappeggi, la baschina gli spacchi e tanto tanto altro ma per il momento mi fermo qui. Con queste mie considerazioni. Consigli. Indicazioni di massima.


L’importante è ricordare che, quando si indossa un capo di abbigliamento, c’è solo una regola importantissima da seguire. Il modello più giusto per noi - dalla gonna, al pantalone passando per il vestito - è quello che ci fa sentire bene con noi stesse, non un altro. Siete d’accordo?


Immagini prese da Pinterest al solo scopo dimostrativo.

#gonna #gonne #outfit

Rimaniamo in contatto.
Iscriviti alla mia NewsLetter!

© 2017-2020 by FrancescaMaria

Roma - Lazio - Italia