ALIMENTAZIONE NEL CAMBIO DI STAGIONE



ALIMENTAZIONE NEL CAMBIO DI STAGIONE

Il cambio di stagione è arrivato. Possiamo considerare l'arrivo della primavera come la possibilità di depurarci dalle tossine accumulate durante l'inverno e dare uno slancio al nostro metabolismo. Sentirci più in forma e pieni di vitalità. Vediamo quindi come curare l'alimentazione nel cambio di stagione per sentirci più in forma.

Nel passaggio dai mesi freddi a quelli caldi però possiamo infatti anche avvertire stanchezza, sonnolenza e gonfiore. E’ come se il nostro organismo fosse scarico e intasato dalle tossine prodotte durante i mesi invernali. Durante questi mesi infatti in cui si consumano alimenti molto calorici a causa dell'aumentato fabbisogno energetico dell'organismo.

ASCOLTIAMO ALLORA I CONSIGLI ALIMENTARI DEL NOSTRO AMICO NUTRIZIONISTA DOTTOR FEDERICO TEOLI.



ALIMENTAZIONE NEL CAMBIO DI STAGIONE: DEPURARE IL FEGATO ED ELIMINARE I LIQUIDI IN ECCESSO

1. La prima cosa da fare con l'arrivo della primavera è sicuramente depurare il fegato.

Il fegato è l'organo che ha il compito di eliminare le tossine accumulate e di immagazzinare e distribuire all'organismo tutta l'energia prodotta dal cibo che ingeriamo. In queste settimane è consigliabile evitare di consumare alimenti ricchi di grassi saturi, come la carne rossa e i latticini, preferire le carni bianche, pesce magro e legumi - come fonti proteiche - seguendo comunque una dieta bilanciata. Un eccesso di proteine infatti affaticherebbe comunque il fegato, impedendo lo smaltimento delle tossine in eccesso. Prima di andare a dormire è una buona abitudine, soprattutto nelle prossime settimane, preparare delle tisane al tarassaco o al carciofo che aiuteranno il fegato nella sua depurazione e rigenerazione.

2. Eliminare i liquidi in eccesso.

Per eliminare i liquidi in eccesso sarà importante consumare giornalmente sia frutta che verdura di stagione. Questo, perché la natura sa esattamente di cosa abbiamo bisogno. Ci fornisce verdure come asparagi, broccoli, cavoli e cavolfiori, ricchi in potassio e magnesio, minerali alcalinizzanti che contrastano l'azione del sodio, permettendo al corpo di eliminare i ristagni di liquidi, soprattutto a livello addominale e degli arti inferiori.

Importante sarà anche il metodo di cottura: preferire la cottura al vapore oppure al forno (non superare i 180°C), per mantener quasi intatti i livelli di minerali e antiossidanti delle pietanze che invece diminuiscono drasticamente in seguito a bolliture prolungate.

Anche la frutta secca, come noci e mandorle, è ricca in potassio e magnesio. Consumate ogni giorno per questo motivo, come spuntino, una manciata di mandorle e un frutto di stagione (soprattutto kiwi, ricchi in Vitamina C).


ALIMENTAZIONE NEL CAMBIO DI STAGIONE

Nelle prossime settimane avremo inoltre come alleato il sole.

L'aumento delle ore di luce ha un effetto positivo sulla tiroide, la ghiandola che regola il corretto funzionamento del metabolismo. Alimenti che hanno un effetto benefico per la tiroide sono i pesci, ricchi in iodio, fondamentale per la sintesi di ormoni tiroidei e lo zenzero, che può essere utilizzato per insaporire le pietanze o come tisana. Tagliate e sbucciate circa 1 cm di radice fresca di zenzero. Mettete poi in ebollizione (in circa 1 tazza e mezza di acqua) per 15 minuti. Fate raffreddare e aggiungete il succo di mezzo limone e un cucchiaio piccolo di miele. Lo zenzero e la Vitamina C contenuta nel limone hanno anche un effetto antiossidante a antiinfiammatorio e potenziano il sistema immunitario che - in certi casi - può soffrire durante i cambi di stagione.


Ringrazio anche da parte vostra i consigli del nostro amico Dottor Federico Teoli sui suoi consigli su come curare l'alimentazione nel cambio di stagione.

RELATED POST: DIETA MEDITERRANEA E FITNESS

COME MANGIARE PRIMA DI ALLENARSI

#alimentazione #stiledivita

Rimaniamo in contatto.
Iscriviti alla mia NewsLetter!

© 2017-2020 by FrancescaMaria

Roma - Lazio - Italia