COME ARREDARE CASA. LO STILE DEI TESSUTI.



STILI ARREDAMENTO D’INTERNI. QUALI SONO E COME SCEGLIERE I TESSUTI ADATTI AD ESSI.


Lo stile dei tessuti nell’arredamento.

Quando dobbiamo arredare le nostre nuove case o semplicemente decidiamo di fare dei cambiamenti, spesso sottovalutiamo l’importanza della scelta dei tessuti come complementari all’arredamento. Senza sapere invece che essi vanno selezionati in base ai diversi stili di arredamento d’interni con i quali si decide poi di allestire i diversi appartamenti.


Al contrario di quanto si pensi infatti, i tessuti sono importantissimi complementi d’arredo e aiutano a definire lo stile che vogliamo dare ai nostri ambienti. Se osserviamo bene, noteremo che le fibre tessili in casa sono ovunque. In cucina: tovaglie e tovaglioli, camera da letto e bagno: biancheria, coperte, asciugamani. Ma anche rivestimenti in stoffa di divani e poltrone, tappeti e quant’altro. Viene quindi giusto pensare che arredare l’appartamento è un po’ come deciderne l’outfit. Non trovate?


Ma quali sono gli stili d’arredamento? Come scegliere i tessuti adatti?

LEGGI ANCHE: COME AVERE UNA CASA IN STILE HYGGE

TUTTI GLI STILI D’ARREDO. COME ARREDARE CON I TESSUTI IL NOSTRO APPARTAMENTO.

Per capire quanto i tessuti possano fare la differenza o aiutarci a definire il nostro stile di arredamento, vediamo innanzi tutto insieme una semplice classificazione di quelle che possono esserne definite le differenti categorie degli stili d’arredo:


Stile Industrial:

Caratterizzato dalle superfici non lisce e compatte ma che presentano anzi ruvidità. Colori lasciati al naturale dei materiali, pareti grezze.


Stile Shabby Chic:

Arredamento che dà l’idea delle cose già vissute. Il termine letteralmente tradotto sta per trasandato/elegante. Colori pastello, bianco, beige e grigio le tonalità tendenzialmente utilizzate per i mobili in stile shabby chic. Solitamente il mobilio di questo gusto è dato da pezzi autentici che vengono trattati affinché assumano determinate caratteristiche.


Stile Boho chic:

Un mix che unisce stile lo stile bhoémien a gusti più vicini a quelli degli anni ’70. Libertà di colori, tessuti e persino un ritorno del patchwork. Sempre con classe però.


Stile Etnico:

Colorato, rievoca paesi lontani e ricordi di viaggio. Complementi in legno, corda, rafia e spesso anche la pelle, talvolta di animali al posto dei tessuti.


Stile Classico moderno:

Sobrio e funzionale, unisce importanti pezzi d’epoca a mobili moderni e minimalisti.


Stile Contemporaneo:

Lo stile dei nostri giorni, in costante evoluzione, lineare e preciso. Colori puri e occhio di riguardo al risparmio energetico.


Stile Rustico:

Solitamente utilizzato per le seconde case e che ricorda la natura circostante. Pareti in pietra, colori caldi, camino o una stufa a legna e naturalmente oggetti in ferro battuto.


Vintage Style:

C’è anche chi ama circondarsi di oggetti da collezione. Tutto quello che infatti è antecedente ai nostri giorni ma vero. Proveniente dal reale periodo di appartenenza. Arredi, lampade provenienti da altre epoche così come oggettistica di recupero.


Stile Scandinavo:

Geometrie pulite, linee prive di formalismi che rappresentano lo stile lineare degli paesi del Nord Europa. Palette cromatica quasi esclusivamente di colori chiari. Ma anche superfici lucide o che sprigionano riflessi di luce.


LEGGI ANCHE: CONSIGLI DI DECLUTTERING


COME ABBINARE I TESSUTI E I COLORI ADATTI ALLO STILE DELL'APPARTAMENTO


Come arredare con i tessuti? Quali tessuti scegliere per le nostre case?

Per andare tranquilli e giocare sul sicuro a prescindere da quale sia lo stile del nostro arredamento possiamo giocare su armonie cromatiche tono su tono. E tessuti leggeri come la seta, il cotone e il lino. Questa tipologia di scelta bene si addice a quasi tutti gli stili di arredamento.


Una scelta basata invece su punti di colore strategici può essere adatta ad una casa arredata in stile rustico, etnico, vintage o boho chic. Con mobili dai toni neutri possiamo puntare infatti sul gioco di contrasti dato dal colore del tessuto di cucini, coperte, asciugamani o biancheria.


La completa assenza di colore invece ben si adatta allo stile shabby chic. Che preferisce infatti giocare con i colori sbiaditi dei mobili. Con una casa così arredata la mia preferenza per la scelta dei tessuti cadrebbe di sicuro su stoffe in “total white” oppure floreali per divani e poltrone.



Fantasie e tinte forti perfette per lo stile country e rustico delle seconde case. I tessuti ci consentono comunque di giocare con la fantasia e sono sempre protagonisti, più di quanto crediamo.

Per finire possiamo dire che, nella casa diciamo esemplare, la perfezione vorrebbe che ci fosse un coordinamento totale dei tessuti in tutti i vari ambienti. Proprio per affermare i propri gusti e i differenti stili d’arredamento d’interni.



#arredamento #arredo #stiledivita

Rimaniamo in contatto.
Iscriviti alla mia NewsLetter!

© 2017-2020 by FrancescaMaria

Roma - Lazio - Italia