TRENCH COME SI PORTA



TRENCH CAPO BASE DEL GUARDAROBA: COME ABBINARLO


Il trench oltre che essere un capo base del guardaroba rappresenta uno dei capi più iconici della storia della moda. Ma sappiamo come abbianarlo nei nostri outfit? Sappiamo come scegliere il trench più adatto alla nostra fisicità? Bene, vediamolo insieme partendo dalla sua storia dall'inizio sino ai giorni nostri.


TRENCH: SIGNIFICATO E STORIA


Trench significato


Nel nostro quotidiano, quando parliamo di trench ci riferiamo come significato a un capo spalla, solitamente lungo, in tessuto impermeabilizzato e con la cinta in vita. In un tessuto mezzo peso, come si suole dire, da utilizzare nelle mezze stagioni. Che solitamente riservano temperature freddine e scrosci di poggia improvvisi. Un capo Must Have del nostro guardaroba.


Esistono diverse teorie che attribuiscono a 2 differenti case di moda la sua prima creazione. Una di esse afferma che fu per primo Thomas Burberry a brevettare il “trench coat” - nel 1912 - dopo aver creato il suo tessuto “twill” resistente all’acqua che lui chiamò gabardine nel 1879. La seconda teoria invece attribuisce alla “Aquascutum” l’idea e la creazione di questo capo già nel 1850. La grande popolarità dei trench si ebbe però dagli anni ‘20 in poi.


Trench la storia.


Durante la prima guerra mondiale, comprendendo che i cappotti in lana diventavano troppo pesanti da tenere indosso se inzuppati di acqua, si iniziarono a vestire gli ufficiali con questi capi di abbigliamento molto più indicati visto il particolare tessuto. Così, in ben poco tempo, i trench lunghi e pesanti divennero un vero e proprio oggetto di culto, non solo nel mondo militare ma anche tra i civili. Da quel momento in poi il “trench coat” vede la sua grande ascesa sino ad arrivare al mondo del cinema. Chi non ricorda Humphrey Bogart in Casablanca con indosso il suo impermeabile? Inoltre - pensando al “trench” - non si può non andare con la mente al film “Colazione da Tiffany”. Ad Audrey Hepburn con il suo “trench” sotto la pioggia.


Nella sua storia il trench può dire di essere stato indossato da chiunque: militari, gente comune, artisti e principesse. Può raccontare di essere passato dalle mani degli ufficiali delle grandi guerre sino a quelle delle blogger dei giorni nostri. Evolvendosi dal tessuto originale in gabardine in tante varianti di stoffa: seta, camoscio, similpelle ed altre. Mai passato di moda, resta un baluardo intramontabile del guardaroba di ognuno di noi.

Audrey Hepburn trench coat



TRENCH: COME SCEGLIERE IL MODELLO ADATTO A NOI

Il trench, capo ideale per la mezza stagione, dimostra di essere perfetto sia in primavera che in autunno. Fedele a stesso ma più “cool” e più “trendy” che mai, conferma di essere un “must have” che non passa mai di moda.


Fondamentale però, perché ci stia davvero bene, è scegliere il modello che più si adatta alla nostra figura. E questo suo essere più o meno adatto a noi è determinato innanzi tutto dalla sua lunghezza.


Come tutti i capo spalla il trench può essere corto, tipo giacca, ¾ (sicuramente la misura che meglio si adatta a tutte le donne) o lungo, talvolta incredibilmente lungo, tanto da risultare importabile per alcune di noi. Più si è piccoli e minuti più deve essere corto il nostro trench.


Secondo parametro da prendere in considerazione quando acquistiamo un trench è la nostra costituzione fisica. Il modello di trench che maggiormente si adatta ad una donna curvy ad esempio è il modello a trapezio, simile alla lettera A, da taglio con un orlo più corto davanti e più lungo dietro. Con una corporatura androgina invece perfetto il trench dal taglio dritto o poco svasato. Una cintura annodata in vita andrà a definire quelle curve che invece non si hanno ammorbidendo il risultato finale.



TRENCH: LE REGOLE PER INDOSSARLO


Regole fondamentali del bon ton abbigliamento, da conoscere quando indossiamo un trench sono le seguenti. In primis che il trench si deve portare aperto. I bottoni sono semplicemente un ornamento. Altrimenti il capo perde la sua allure casual e diventa troppo simile ad un cappotto vero e proprio. Si utilizza in un periodo di passaggio da una stagione all’altra. Non serve abbottonarlo.


La cintura possiamo decidere di annodarla in vita o – secondo il nostro gusto personale – lasciarla pendere di lato in maniera del tutto casuale oppure allacciarla dietro.


La cosa bella del trench è che può essere indossato praticamente con tutto. Lo possiamo vestire in uno stile casual o più elegante. Con il jeans o con la gonna. Saranno le varianti di tessuto e di colore a farci propendere più verso una o l’altra soluzione.


Abbinando però un trench ad un vestito dobbiamo assolutamente tenere in considerazione che più l’abito è strutturato più l’impermeabile dovrà essere semplice. Inoltre questo non dovrà mai avere la stessa lunghezza della gonna ma sempre o più lungo o più corto. Più lungo è il vestito più stretto sarà il capo spalla.




TRENCH BEIGE O CAMMELLO. TUTTI GLI OUTFIT

Questi una serie di outfit e combinazini per indossare un trench beige:


· Abbinato ai pantaloni bianchi;


· Con sotto un abito di pizzo nero o un più classico tubino, magari stretch;


· Con un jeans e una t-shirt stampata;


· Abbinato ai pantaloni stile “japan” che quest'anno sono tanto di moda;


· In versione coloratissima o addirittura fluo;


· Insieme ad un top effetto lingerie;


· Con un abbigliamento sportivissimo e le sneackers;


· Con un più classico blazer nero;

Queste le mie proposte sul trench: su come portarlo.

#modadonna #consiglidistile #outfit

8 commenti
Rimaniamo in contatto.
Iscriviti alla mia NewsLetter!

© 2017-2020 by FrancescaMaria

Roma - Lazio - Italia